I SEGRETI DI AY SECONDO ROGER BRUN

Nati come bottai, i Brun si riconvertirono in vignerons verso la fine dell’800. Due generazioni acquisirono tutto lo scibile operando all’interno di una grande maison, mentre la successiva si decise al grande passo iniziando a vinificare in proprio. Forti di circa 10 ettari compresi fra la Valle della Marne e la Côte di Epernay, i Brun vantano anche pregiatissimi vigneti Grand Cru in Ay. Ay è un posto incantevole e la cantina di Roger Brun si affaccia proprio sulla piazza della cattedrale. Per apprezzare fino in fondo gli Champagne firmati dall’ultimo discendente della famiglia, bisogna avere la fortuna di degustarli insieme a lui, Philippe, appassionato e profondo conoscitore del suo terroir. I più esperti sappiano che Philippe, in cantina, ha scelto di non fare filtraggi né collaggi ma una semplice chiarificazione naturale a freddo. Il tutto per garantire uno champagne seducente per la sua autenticità.

Scopri le etichette di Roger Brun

 

vignaioli-big-fleury